Questo sito prevede l'utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioni
OK

Cattive abitudini da cambiare immediatamente nel nostro bagno

Lo spazzolino da denti andrebbe sempre sciacquato bene dopo ogni utilizzo e perfino disinfettato, se necessario. Infatti i residui di cibo tendono a ristagnare tra le setole, diventando una fonte di batteri e quindi di infezioni. Dopo essere stati ammalati, lo spazzolino andrebbe addirittura sostituito. I germi possono rimanervi sopra per settimane, causando ricadute o malanni ancor più gravi. Per disinfettare lo spazzolino basta immergerlo nell'acqua ossigenata per una decina di minuti e poi sciacquarlo bene prima di lasciarlo asciugare.

Bisogna disinfettare periodicamente anche la tazza in cui riponiamo lo spazzolino, perché in essa si formano facilmente muffa e batteri. Se poi condividiamo il bagno con altri inquilini, le setole dei diversi spazzolini non devono stare a contatto tra loro, in modo da non favorire lo scambio di germi con parenti, compagni ed amici!

Se usate le classiche saponette e la vaschetta dove le riponete non ha buchi, vi ristagna sempre dell'acqua. Proprio quella zona bagnata è terreno fertile per i batteri. Ricordatevi di utilizzare un porta-saponette drenante o, meglio ancora, di preferire il sapone liquido.

Lavate regolarmente la tenda da doccia. A causa dell'inevitabile umidità, essa è soggetta ad ospitare muffe e funghi. Non aspettate che la tenda si annerisca per decidere di pulirla, perché a quel punto vuol dire che la situazione è davvero grave, soprattutto per chi soffre d'asma! Il modo migliore di disinfettare la tenda da doccia è lavarla con la candeggina, che distrugge i microorganismi pericolosi.

Un discorso simile vale per il tappetino da bagno. Anch'esso è un habitat perfetto per funghi, muffa e batteri e andrebbe disinfettato al massimo ogni due settimane. Acquistate un tappetino facilmente lavabile in lavatrice o con acqua calda e candeggina. In alternativa, se ad esempio ne possedete uno rigido in legno, potete detergerlo con salviette disinfettanti.

Tutti credono che gli asciugamani siano puliti solo perché li maneggiamo dopo esserci lavati ma non è affatto così. A causa dell'umidità anch'essi generano muffa e batteri e andrebbero lavati ogni settimana. Se poi non viviamo da soli, è bene che ognuno abbia il suo asciugamano personale, appeso senza stare troppo a contatto con quello degli altri, in modo da evitare l'eccessivo ristagno di umidità e la trasmissione di eventuali batteri.

Per tutti questi motivi è bene tenere sempre in ordine anche eventuali spugne e pezzette da doccia. Pulitele regolarmente e sostituitele ogni tre mesi al massimo.

Altra buona regola è quella di pulire ed asciugare i rasoi dopo ogni utilizzo, perché l'umidità genera facilmente ruggine e germi, come il pericoloso stafilococco. Inoltre, le lame usa e getta non vanno utilizzate più di 3 o 5 volte perché tendono a rovinarsi, col rischio di provocare ferite ed infezioni.

Il water va pulito dentro e fuori almeno una volta a settimana, usando un detergente antibatterico o la candeggina. I germi più pericolosi sono quelli che vivono nella tazza e che volano in giro con le goccioline d'acqua quando tiriamo lo sciacquone. Il primo ad esserne contaminato è, di solito, proprio il lavandino. E' quindi importante disinfettare spesso anche quest'ultimo ed evitare di appoggiarci dentro trucchi come matite e pennelli e, in generale, tutti quegli oggetti che mettiamo in contatto con occhi, bocca e viso.

Anche la vasca da bagno e la doccia vanno pulite a fondo con un antibatterico una volta a settimana, soprattutto se non siamo gli unici in casa ad usarle. Il pericolo maggiore è lo stafilococco che si insinua attraverso ferite anche molto piccole ma con il rischio di portare infezioni gravi.

Dato che sul pavimento del bagno si annidano gli stessi batteri che vivono nella doccia, abbiate cura di disinfettarlo settimanalmente.

Infine, per evitare la proliferazione di spore e muffe, il bagno deve sempre essere areato adeguatamente. Il consiglio è di installare una ventola d'aspirazione o di sfiato o almeno di cambiare spesso l'aria.

TAGS
Potrebbero Interessarti