Questo sito prevede l'utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioni
OK

Consigli per il bagno... del futuro!

Il bagno è uno degli ambienti più importanti e fondamentali della casa, tuttavia molto spesso viene progettato e installato in modo poco funzionale e senza pensare alle proprie vere esigenze. Esattamente come accade per la cucina, il bagno è molto spesso di ridotte dimensioni in quanto viene realizzato nel locale che rimane dopo aver deciso la distribuzione delle altre stanze. In realtà questo ambiente dovrebbe essere il più ampio e luminoso possibile, proprio per il fatto che, soprattutto quando si ha a che fare con una famiglia o più persone conviventi, gli utenti sono numerosi. Al tempo stesso le loro esigenze e necessità sono varie e articolate. Si va dagli adulti ai bambini, dagli adolescenti agli anziani e ognuna di queste categorie richiede servizi previsti e funzionali.

Per questo motivo il bagno del futuro deve puntare su una puntuale e organizzata progettazione, che si consiglia di affidare a un professionista dell'interior design. In questo modo si è sicuri che il risultato sia sempre all'altezza delle aspettative e che risponda perfettamente alle proprie esigenze. Rendere più grande il bagno può voler dire abbattere una parete interna oppure dover effettuare un intervento su una esterna: di conseguenza è importante valutare con attenzione tutte le variabili.

Al tempo stesso il bagno non deve essere caotico oppure disorganizzato: al contrario deve caratterizzarsi per una sorta di rigore zen, grazie al quale ogni oggetto e ogni elemento d'arredo trovano il loro posto ideale. In quest'ottica l'ambiente del futuro vede l'adozione di materiali come il legno e l'uso di complementi e mobili dalle linee pulite, nette e rigorose che permettono di scandire e organizzare lo spazio. L'obiettivo è unire la bellezza delle soluzioni alla funzionalità degli interventi in modo da poter garantire l'accessibilità e l'accoglienza del bagno. Inoltre è bene tenere un comportamento adeguato, così da avere sempre un ambiente pulito e organizzato, senza oggetti fuori posto. In alternativa si può adottare una delle ultime tendenze dell'arredobagno, che si ispira allo stile minimal ed essenziale: di conseguenza si riducono al minimo indispensabile i soprammobili e le suppellettili oppure li si elimina definitivamente. 

La decisione di scandire e suddividere gli spazi del bagno si traduce anche nella scelta di dividere l'ambiente in due zone ben contestualizzate, cioè la cosiddetta zona umida e quella asciutta. Appartengono alla prima i sanitari e ovviamente la doccia o la vasca da bagno, ossia tutti quegli elementi che si caratterizzano per l'impiego di acqua. Questa suddivisione, inoltre, permette di incrementare il livello di efficienza generale e la possibilità che il bagno possa essere utilizzato da più persone nello stesso momento senza problemi e intralci. Lo stesso obiettivo viene raggiunto evitando di adottare sia la doccia che la vasca da bagno: si tratta infatti di una soluzione dispersiva, che diminuisce la funzionalità dell'ambiente. Una valida alternativa consiste nell'inserire nel locale una doccia di grandi dimensioni, il cui modello sia specificatamente pensato per poter essere impiegato da due utenti nello stesso momento. L'ampiezza della doccia consente di integrare la soluzione con gli ultimi ritrovati tecnologici per avere uno spazio multifunzionale e dedicato al wellness. Il bagno del futuro, infatti, dedica una grande attenzione al benessere psicofisico e l'ambiente doccia spesso integra sauna, bagno turco, hammam, getti di acqua e luce colorata.

Sempre funzionali ad aumentare il livello di comfort generale sono le soluzioni pensate per incrementare l'ergonomia dell'ambiente: in questo modo tutti gli aspetti del bagno sono valorizzati al massimo. Al tempo stesso tutte le attività che si svolgono nel locale possono essere compiute al meglio. Ad esempio dividere lo spazio in una zona umida e in una asciutta consente di avere due aree distinte dalle funzioni differenti: di conseguenza è possibile presentare la seconda agli ospiti con la certezza che sia sempre in ordine. Questa soluzione permette anche di avere maggiore privacy in bagno perché la struttura che delimita fisicamente l'area destinata ai sanitari la mette al riparo dagli sguardi delle altre persone che utilizzano contemporaneamente il bagno. Negli ambienti di maggiore metratura si può anche realizzare una vera e propria stanza nella stanza. In questo modo gli spazi sono al tempo stesso integrati tra loro e autonomi.

Molto importante risulta testare le varie soluzioni a disposizione così da poter optare per quella più adatta alle caratteristiche stesse della stanza. Ciò vale soprattutto nel caso in cui si stia effettuando una ristrutturazione oppure un restyling del bagno: la stanza, infatti, deve veramente essere costruita su misura. Bisogna valutare se modificare gli elementi strutturali oppure limitarsi a cambiare i sanitari e i complementi d'arredo. Ad esempio mobili di legno oppure in altri materiali naturali consentono di valorizzare al massimo un ambiente caratterizzato da uno stile total white oppure da tinte chiare come il crema, il panna e l'azzurro pallido e si impongono all'attenzione perchè emergono dallo sfondo.

TAGS
Potrebbero Interessarti