Questo sito prevede l'utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioni
OK

Design del Bagno: ecco le nuove... controtendenze!

Quando un cliente valuta se acquistare quella che potrebbe essere la sua futura casa, dà molta importanza al bagno. Infatti, sebbene possa sembrare bizzarro, questa stanza può pesare molto sulle scelte del compratore, fino ad essere addirittura l'elemento che fa spostare l'ago della bilancia verso un sì, o un no. In realtà, infatti, nel bagno si passa parecchio tempo, e, tra docce e trucco, è normale desiderare una piccola oasi zen personale, che sia insomma rilassante, senza elementi che contrastano. Tuttavia, quello che piace ad un cliente potrebbe essere il peggior incubo del prossimo, e accontentare le aspettative di tutti è difficile. Ci sono però sette design del bagno che chiunque venga a vedere una casa detesta e vuole evitare a tutti i costi.

1. Il bagno interamente in bianco

Il problema di un bagno interamente di colore bianco, per un cliente, è di carattere pratico: la pulizia. Il bianco è l'incubo di chiunque debba pulire la casa, e non solo dei maniaci del pulito: sul bianco risalta qualunque tipo di sporco o capello perso, che anche da lontano spicca sulla superficie immacolata, e rende quindi necessaria una pulizia molto più accurata rispetto a qualunque altro bagno colorato. Ma per quante volte al giorno si deciderà di rimetterlo in ordine, entrandoci la volta successiva ci sarà nuovamente qualche piccola macchia pronta ad esasperarci. Se avete a che fare con un bagno in bianco, affrettatevi a correggerlo con una combinazione di colori diversi, oppure aspettatevi che ogni potenziale cliente vi chieda di farlo.

2. Il bagno minimalista

Di primo acchito potrebbe sembrare pratico, rilassante: questo bagno contiene solo l'essenziale. La scelta di un design minimalista consente di risparmiare spazio, favorendo apparentemente l'ordine e la pulizia. In realtà, nella vita di tutti i giorni, che la casa appartenga a un single o ad un'intera famiglia, ci sarà sempre troppa roba da sistemare nel bagno, e, venendo a mancare lo spazio, si sarà costretti a sistemarla sul pavimento: un solenne addio all'ordine sistematico che ci si era programmati. Senza contare che un bagno con più arredamento conferisce un tocco di personalità rispetto ad un design troppo spoglio.

3. Il bagno dai colori troppo funky

Colori come il giallo mostarda, l'avocado o il rosa salmone, non vanno più di moda nei bagni: creano un'atmosfera retrò, ma rischiano di rendere il clima pesante invece che rilassante. Una combinazione moderna prevede l'uso di tre colori in queste proporzioni: 70% per il più neutro, 20% per quello che andrà a fare contrasto e 10% di un terzo colore che andrà a creare lievi sfumature.

4. Il bagno con il lavandino doppio

Questo stile, soprattutto per le coppie, sembra molto interessante: un doppio lavandino significa non dover più aspettare che l'altra persona finisca di truccarsi o di rasarsi. Ognuno avrebbe il proprio spazio. Ma per raggiungere davvero questo obiettivo, sarebbe più indicato avere due bagni separati piuttosto che un lavandino doppio, e infatti questa tendenza, al giorno d'oggi, sta sfumando sempre più. Le persone preferiscono avere più spazio dove appoggiare i propri oggetti, piuttosto che due lavandini. Se il bagno da rivoluzionare ha già un doppio lavandino, non è tuttavia il caso di sradicarlo: basta aggiungervi intorno mensole e altri spazi utili per gli oggetti personali.

5. Il bagno in piastrelle subway con rifiniture in nickel

Questo stile è ancora molto apprezzato da diversi designer, ma la realtà è che l'interesse della gente verso questa tendenza è sfumato negli ultimi anni. E' preferibile scegliere piastrelle più grandi, semplici o con disegni geometrici e piccoli mosaici. Anche le rifiniture in nickel stanno cedendo il passo a quelle in oro placcato, e addirittura di colore nero. Sebbene lo scheletro principale del design rimanga simile, questi pochi elementi conferiscono un tocco di modernità che spesso è molto gradito.

6. Un'enorme vasca da bagno

Quando si arreda un bagno, la scelta di una grande, spaziosa vasca da bagno dove immergersi e rilassarsi sembra l'idea migliore per creare una stanza dall'aspetto lussuoso. In realtà, ormai, il tempo di fare lunghi bagni non lo ha più nessuno, perlomeno non più di una volta al mese, senza contare che riempire una vasca da bagno implica un consistente spreco di acqua e di denaro. E' consigliabile investire in una doccia, che, oltre ad essere più pratica, consente di risparmiare acqua e spazio nel nostro bagno. Se si vuole inserire una vasca idromassaggio, è preferibile farlo all'esterno, magari come estensione di una piscina preesistente.

7. Mobiletti con gli specchi

Questo design potrebbe sembrare perfetto, se ripensiamo a quante volte, per un cliente, è importante avere il maggior spazio possibile per i propri oggetti, senza riempire il bagno di troppi mobili e mobiletti. Al giorno d'oggi, però, le persone preferiscono avere scaffali a vista, come quelli che si vedono in cucina. Infatti, anche le confezioni dei prodotti da bagno sono belle abbastanza da rappresentare un oggetto di arredamento, e in genere le si vuole mettere in mostra, risparmiandosi anche la fatica di aprire e chiudere le ante. E per nascondere le cose che non si vogliono far vedere, basta aggiungere un paio di cestini.

Questi sono i sette design da evitare più di ogni altro quando si arreda un bagno. Per altre interessanti idee sugli arredi da bagno, visitate il nostro sito

TAGS
Potrebbero Interessarti