Questo sito prevede l'utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioni
OK

GamFratesi, Italian-Danish design style

Stine Gam è originaria della capitale danese, ha frequentato la Scuola di architettura di Aarhus, sviluppando diversi progetti sia in Italia che in Giappone. Inoltre, ha conseguito un master in Furniture Design. Invece, Enrico Fratesi è nato a Pesaro, ha portato avanti i propri studi d'architettura presso le università di Firenze e Ferrara, proseguendo la propria formazione con un master in Design industriale. L'approccio all'arredamento d'interni nasce dalla tradizione per approdare verso nuove prospettive creative, pensate per rimodulare l'abituale concetto di vivibilità e funzionalità. 

Ogni singolo progetto firmato da GamFratesi racconta le diverse storie che compongono il complemento, evidenziando gli aspetti sensoriali ed estetici in maniera armoniosa. La semplicità delle linee minimali viene declinata per donare atmosfere sempre accoglienti, definendo lo spazio circostante. 

Il duo in breve tempo è riuscito a farsi conoscere a livello internazionale, lavorando per alcuni rinomati brand del settore, Come ad esempio FontanaArte, azienda leader del lighting design, per cui hanno realizzato la linea di lampade Cheshire; queste traggono ispirazione direttamente dal gatto presente nel libro "Alice nel paese delle meraviglie", scritto da Lewis Carrol. Così nasce una linea di lampade a sospensione, da terra e da tavolo che si caratterizzano per il paralume in policarbonato opalino, dalle morbide forme. Oppure il tavolino Chariot, disegnato per Casamania e vincitore del prestigioso premio Interior Innovation Award 2013, organizzato annualmente dal German Design Council. Il complemento stravolge i canoni funzionali, mettendo in mostra e accentuando le dimensioni delle ruote che sostengono i ripiani d'appoggio orizzontali. L'intera struttura è in metallo ed è pratico da maneggiare e da spostare. Per Ligne Roset, Stine Gam ed Enrico Fratesi creano invece Picnic che rievoca le forme tradizionali e familiari del cestino da cucito, offrendo nuovi spazi contenitori da sfruttare a seconda delle esigenze. Lo studio GamFratesi si distingue per l'originalità della progettazione, rinnovando l'impiego e gli usi di oggetti quotidiani. Diversi i premi e le menzioni che nel corso del tempo hanno già confermato le loro capacità, come la Selezione Compasso D’oro / ADI, il Premio Vico Magistretti by De Padova e l'International Young Designer of the Year 2013 di Elle Decoration International. 

GamFratesi non è solo realizzazione di complementi d'arredo e oggetti per la casa dallo stile moderno e versatile. Infatti, sono diverse le installazioni che il duo italo-danese ha curato nel corso di questi ultimi anni.

Nel 2009 ad esempio, per il Museum of Art and Design di Copenaghen hanno ideato Rewrite, un'innovativa concezione della scrivania e dello spazio di lavoro individuale. Lo schermo bombato che avvolge il piano orizzontale in legno massello di noce, è disponibile in differenti toni di colore. Un modello unico nel proprio genere, ideale per ambienti contemporanei. 

Ancora nel 2015 per Cappellini, GamFratesi ha realizzato nell'antico e suggestivo Palazzo Litta, in occasione del Salone del Mobile di Milano, un particolare allestimento impiegando le forme decorative di Screen System. Riprendendo il lavoro dello scultore statunitense Alexander Calder, evolve la ripartizione dello spazio circostante con gli elementi rivestiti in tessuto e fonoassorbenti, richiamando delicati petali colorati, che ricadono dal soffitto.

Inoltre, i due architetti saranno presenti al Fuorisalone 2016 con l'istallazione intitolata Display on display, da visitare presso lo showroom di Ceramica Globo di Corso Monforte 15, a Milano.

Infatti, a partire dal 12 e fino al 17 aprile sarà possibile visionare e ammirare quattro lavabi della nuova collezione Globo, interpretati in chiave museale. Differenti scenografie poste sullo sfondo, portano ad esaltare le forme e l'essenza della linea di ceramiche. Modelli esclusivi che giocano con le geometrie essenziali, creando nuove distinte zone del complemento per agevolare l'utilizzo del lavabo. Una soluzione personalizzabile, versatile e multifunzionale, un altro traguardo del design moderno raggiunto e firmato GramFratesi.

TAGS
Potrebbero Interessarti