Questo sito prevede l'utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioni
OK

L'importanza dell'illuminazione nel bagno.

Il bagno non è soltanto un servizio funzionale ma anche un vero e proprio luogo di relax domestico: di conseguenza l'illuminazione rende fruibili gli spazi e consente di creare un'atmosfera rilassante e confortevole, così da stimolare le persone a prendersi cura di se stesse. Infatti la luce svolge numerose funzioni: proprio per questo si possono adottare tipologie differenti di complementi di illuminazione nel bagno, così da esaltare ogni angolo della stanza. Innanzitutto si deve tenere a mente che in bagno non si adotta un'illuminazione eccessiva o troppo debole: in questi casi da un lato l'ambiente appare freddo e inospitale, mentre dall'altro risulta impossibile svolgervi al meglio le proprie esigenze. Una soluzione ideale consiste nell'installare differenti livelli di illuminazione, ognuno dei quali sia gestibile autonomamente: di conseguenza è possibile scegliere volta per volta quale sia il più adatto in funzione delle proprie necessità.

Per illuminare efficacemente il bagno si deve avere una diffusione uniforme della luce: in genere si può scegliere tra luci a soffitto, a sospensione o da incasso oppure si possono combinare due o più sistemi di illuminazione. L'illuminazione generale è data da una lampada o un lampadario principale in grado di dare luminosità a tutto l'ambiente e di svolgere le proprie attività quotidiane. Nei bagni a soffitto basso è particolarmente indicata una plafoniera. Le lampade da terra e i lampadari a sospensione possono risultare controproducenti e ingombranti; anzi, nel primo caso questi sistemi di illuminazione rappresentano anche un possibile pericolo a causa degli schizzi d'acqua. In ogni caso si deve tener conto dell'illuminazione naturale del locale di servizio, di cui quella artificiale è un'integrazione. Ovviamente se il bagno è cieco necessita di un'illuminazione artificiale costante: in questi casi si consiglia di adottare sistemi di illuminazione che diffondono una luce riposante e gradevole.

Il numero dei punti luce necessari dipende ovviamente dalla grandezza del bagno, tuttavia esistono alcune zone funzionali dove non possono mancare: sono il lavabo con lo specchio e la doccia oppure la vasca. In quest'ultimo caso si può adottare un regolatore per gestire l'intensità dell'illuminazione in base alle proprie esigenze e al relax che si vuole ottenere. Molto ben illuminato dev'essere invece il lavabo, preferibilmente direzionando la luce sullo specchio; inoltre si deve tenere a mente che adottare un'unica fonte di luce dall'alto non consente un'illuminazione efficace e crea al contrario ombre fastidiose. Le luci si possono posizionare attorno o sopra lo specchio oppure si può optare per una specchiera con luce incorporata. Un'altra valida alternativa è rappresentata da minimali sistemi di illuminazione pensati appositamente per essere applicati sopra gli specchi. Molto apprezzate sono le luci al LED perchè non risentono dell'umidità, non si surriscaldano e creano un'atmosfera accogliente, magari adottando lampadine di vari colori.

Infine si ricorda che l'illuminazione nel bagno risponde a quanto previsto dalle norme di sicurezza e di arredo: infatti la presenza di acqua e la possibilità che possa entrare in contatto con gli apparecchi elettrici rende necessario l'adozione di sistemi di illuminazione con un IP (grado di protezione dall'acqua) più alto rispetto a quelli usati negli altri ambienti di casa. Inoltre, poiché il bagno è un luogo destinato al relax, spesso vi si trovano punti luce che non hanno nulla a che vedere con l'ordinaria illuminazione. Si tratta delle luci di atmosfera, il cui compito è rendere il bagno un luogo unico, personale, rilassante e veramente accogliente: ciò avviene creando giochi chiaroscurali oppure valorizzando i complementi d'arredo e le pareti. Questa funzione è svolta in modo particolarmente efficace nei bagni moderni, dove si ritrovano materiali poco impiegati nell'interior design classico come il metallo, il legno e le pietre levigate: l'esaltazione dei dettagli avviene direzionando in maniera corretta il fascio di luce. Al tempo stesso si riesce a creare un ambiente armonico e piacevole

TAGS
Potrebbero Interessarti