Questo sito prevede l'utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioni
OK

Meno scelte standard e più originalità. Il bagno moderno è sempre più personalizzato.

Un tempo il bagno era puramente una stanza funzionale, semplice seppur a volte elegante ed arredata con materiali di pregio. Si trattava di una stanza che doveva essere si accogliente e rispecchiare lo stile della casa e dei padroni, ma dallo scopo puramente pratico.

Oggigiorno invece il bagno è sempre più una stanza da godere a 360°, dove il relax ed il benessere di farsi una doccia passa anche dalla cromoterapia, dall'aromaterapia, dall'emozionalità ed anche dal lusso e stravaganza.

Cioè che è fondamentale nella visione contemporanea della stanza da bagno, è la personalizzazione. Avere non solo un bagno unico, creato sui propri gusti, ma anche che rispecchi appieno le esigenze del proprietario, che assecondi le abitudini e che possa migliorarne la qualità della vita.

Non sono insolite ormai le vere e proprie SPA domestiche, con docce che fanno invidia ai centri estetici della città di residenza, saune ed hammam autentici proprio nelle mura domestiche, piene di comfort ed agi da suite del Grand Hotel. Secondo alcuni dati, i bagni rientrano nelle tre stanze domestiche più ristrutturate nell'anno 2016.

Per restauro della stanza non si intendono necessariamente opere costose o relative all'impiantistica, ma riguardano anche piccoli cambiamenti, piccoli ritocchi come l'aggiunta di mobili funzionali e studiate ad hoc per l'asciugacapelli e le prese. Oppure decorazioni murali, anche gli stickers, gli accessori da bagno o anche la sostituzione dello specchio e dei punti luce sono opere di riassetto.

Facciamo i conti con i costi che aumentano
La richiesta e la voglia di rimodernare il proprio bagno aumenta, ma ahimè aumentano anche i costi. Ad esempio per ricostruire un bagno padronale standard, si parla di un aumento del 12% nell'anno 2016.

Nel 2015 circa il 42% degli utenti ha cambiato il proprio armadietto, sostituito i sanitari o comunque apportato anche la più piccola modifica, rispetto al 39% del 2014.

I bagni dai 3 metri quadrati in su possono arrivare a costare circa 22 mila euro, mentre qualche anno fa si potevano ristrutturare completamente un con circa 10 mila euro. Certo, dipende molto dalla tipologia di rivestimenti, sanitari ed agi scelti, ma anche le opere murarie e le tariffe orarie di muratori, idraulici, decoratori ed interior designer sono decisamente aumentati e continuano a farlo di anno in anno.

Secondo Linda Maglia, proprietaria dell'omonimo Studio e specializzata nell'arredo con ceramiche, famosissima in America: "I clienti viaggiano di più, quindi spesso vogliono in casa loro lo stesso assetto di un centro benessere o hotel di lusso che hanno visitato".

Sono decisamente in aumento le persone che richiedono docce con idromassaggio e multifunzionali, con vapore e magari musica o con impianto di luci ad effetto cromoterapico: chi non vorrebbe godere di una SPA perosnale ogni giorno dopo il lavoro?
Questa tendenza è comune agli italiani quanto agli americani, che negli ultimi anni hanno, per il 37% della popolazione, scelto di raddoppiare le dimensioni standard dei loro bagni, magari sacrificando quello di servizio o le stanze accanto.

Un approccio personalizzato
I bagni stanno assumendo una nuova importanza nelle case, indipendentemente dalla loro dimensione, ognuno deve essere progettato anche per stupire.

L'assetto tipico che tuttora è utilizzato comprende la zona toilette, un lavabo con specchio e vasca o doccia, meglio se combinate tra loro. Anche le stanze di ridotte dimensioni e che apparentemente sembrano dismesse e poco funzionali, possono divenire autentici gioielli dell'interior design, pratici e con tutti i comfort.

Un tempo i bagni, come le camere dovevano essere a misura di bambino, o rispecchiare la loro condizione di figli, prediligendo colori tenui, linee morbide e pochi spigoli, per cullarli in ogni ambiente domestico a loro dedicato. Ora l'idea di arredo per ragazzi è cambiata, le camere da letto, come i bagni sono fatti per durare, per crescere con loro e conservare l'aspetto originario ma che deve essere assolutamente senza tempo.

I materiali per i rivestimenti e per i sanitari sarà di pregio, capace di resistere senza usurarsi e dall'aspetto scenografico.

I progettisti devono saper anticipare le esigenze future, creando spazi fruibili, evergreen e che con ristrutturazioni minime saranno sempre come nuovi e capaci di seguire il tempo che cambia e le evoluzioni tecnologiche.
Sempre più evidente è l'abbattimento delle barriere architettoniche, permettendo l'accesso nella stanza da bagno in autonomia anche a chi utilizza una sedia a rotelle. Nelle docce contemporanee vengono anche eliminati i carrelli delle porte, le dimensioni delle stesse sono più ampie, lasciando anche spazio per eventuali sedili, vengono anche predisposti gli spazi per toelette auto-pulenti.

I clienti sono interessati anche alla trasformazione delle vasche da bagno in docce, ricercano anche stratagemmi per agevolare le operazioni di pulizia ordinaria, come la scelta di piastrelle più grandi che limitano le fughe realizzate con lo stucco, che attirano lo sporco all'interno di queste.

I prezzi ovviamente non sono sempre vantaggiosi, ma le persone arrivano sicure dai progettisti o negli showroom, sanno cosa vogliono e spesso hanno già in mente delle valide alternative.

Certamente il poter informarsi tramite web è una risorsa utilizzata da tutti, le riviste di settore mostrano di continuo le varie tendenze, le alternative stilistiche, anche low cost, suggerendo aziende e marchi ad hoc per le diverse esigenze.

Il bagno è "diventato grande" ed averlo all'avanguardia è ormai un must have. Per avere spunti e scegliere al meglio il vostro arredobagno, visitate il sito www.ceramicaglobo.com.

TAGS
Potrebbero Interessarti